aneto

Se si desidera coltivare l’aneto in casa, sul balcone o in cortile si possono utilizzate allora i semi. L’aneto è un’erba particolarmente popolare nella cucina baltica, e viene usata per condire il pesce, nelle salse e nella purea di patate. La pianta è caratterizzata da un ciclo annuale ed è provvista di uno splendido fogliame. Essa può raggiungere inoltre un’altezza di 1,2 metri, senza che la delicatezza di questo vegetale venga meno.

Semina e coltivazione dei semi di aneto

La semina dell’aneto è estremamente semplice; questa può avvenire direttamente sul posto in cui desiderate far crescere la pianta poiché spostare le piante una volta giunte a maturazione è abbastanza difficile. È bene seminare in aprile o maggio, all’estremità dell’orto, oppure utilizzare un vaso o contenitore di grosse dimensioni da situare sul balcone. In ambienti interni l’aneto cresce in maniera ottimale tutto l’anno. La semina avviene come spiegato qui di seguito: zappare prima di tutto in un punto all’estremità dell’orto, oppure riempire un contenitore o vaso con del terriccio. Ogni tipo di terreno è fondamentalmente adatto alla coltivazione di questa pianta molto resistente. Scegliere preferibilmente un punto soleggiato, anche se l’aneto cresce comunque dappertutto. Spargere quindi uno strato molto sottile di semi sul terreno, evitare di seminare a distanza troppo ravvicinata e ricoprire quindi delicatamente con 1 centimetro circa di terra.

Il tipo di terreno più adatto ai semi di aneto

Il terreno ideale per questi semi deve essere leggero e ricco di sostanze nutritive; un terreno autunnale umido e freddo non è indicato. L’aneto ama particolarmente il calcare e una concimazione leggera con del terricciato ben decomposto risulta inoltre sufficiente alla coltivazione dei semi. Se desiderate coltivare anche del verde vi occorre più fertilizzante.

Cura delle piante di aneto

La pianta coltivata in vaso ha bisogno di acqua ogni tanto, mentre se coltivata in giardino non ne ha bisogno. La pianta diventa più alta se coltivata all’aperto, ma cresce bene anche dentro casa. Il vantaggio consiste nel fatto che in questo modo si ha l’aneto fresco in casa tutto l’anno. Dopo circa 2 settimane sono visibili le prime piantine. Non permettete alle erbacce di crescere in mezzo all’aneto e strappatele eventualmente con le mani. Crescono troppe piante vicine l’una all’altra in modo da intralciarsi a vicenda? Rimuovete in quel caso alcune piante in modo da facilitarne la crescita. Innaffiare le piante soltanto in caso di siccità estrema. Fondamentalmente la pianta ha bisogno di poche cure.

Raccolta e conservazione dell’aneto

La raccolta è possibile dopo circa 8 settimane dalla semina e l’aneto si può allora utilizzare in cucina. Il momento migliore per la raccolta delle foglie è quando sono visibili i primi fiori. Tagliare la pianta a circa 5 cm sopra il terreno. Le foglie dell’aneto possono essere utilizzate in cucina fresche, oppure fatte essiccare per essere consumate in seguito. Se si desidera è possibile la raccolta dalla stessa pianta due volte all’anno. Desiderate coltivare voi stessi l’aneto in casa, sul balcone o in cortile? Ordinate i semi in modo semplice nel nostro negozio online.