Bucaneve: pianta e informazioni dettagliate

I bucaneve sono piante bulbose appartenenti alla famiglia delle Amarillidacee. Ogni fiore è provvisto di un proprio stelo ed ha la tendenza a ripiegarsi verso il basso. Ogni fiore possiede inoltre 6 tepali, dei quali i 3 più esterni hanno una forma allungata mentre quelli interni sono al contrario cuoriformi. Le foglie lunghe e sottili hanno una tonalità tra il verde e il blu. Lo stesso fiore è all’apparenza bianco ma in realtà trasparente. Se si taglia finemente il petalo questo appare infatti cristallino, poiché le bolle d’aria presenti all’interno vengono a quel punto schiacciate.

Specie di bucaneve

Esistono due varietà principali di bucaneve: il Galanthus elwesi e il Galanthus nivalis (meglio conosciuto come bucaneve comune). Oltre a queste due i bucaneve si possono distinguere in oltre 70 specie. Questi fiori si trovano spesso in gruppi e raggiungono un’altezza di circa 25 centimetri. Il bucaneve viene anche indicato nel linguaggio comune come stella del mattino. Sapevate a proposito che sia le foglie e i fiori che il bulbo sono velenosi?

Il tipo di terreno più adatto ai bucaneve

Per la coltivazione è opportuno scegliere il mese di novembre, e un terreno che sia ben drenato. Eventualmente è possibile migliorare la struttura del terreno aggiungendo del materiale organico, in modo che il terreno acquisti lo spessore di alcuni centimetri. Se avete già piantato dei bucaneve, a febbraio e marzo si può notare in quali punti del giardino è ancora possibile piantarne degli altri. Il bucaneve comune cresce bene in punti ben soleggiati durante il periodo primaverile e dove il terreno durante l’estate riceve ombra dagli alberi, dai cespugli e dalle piante perenni. Per il Galanthus elwesi è opportuno scegliere un punto più caldo. Questa pianta necessita infatti di molta luce solare nel periodo estivo. I bucaneve crescono bene anche nell’erba, soprattutto nell’erba non troppo folta (cioè in punti poco soleggiati). Si consiglia inoltre di non sfoltire il fogliame, ma lasciare che le foglie si secchino e muoiano naturalmente.

Come piantare i bucaneve

Per piantare i bucaneve bisogna scavare una buca di circa 5 centimetri. Sistemare la pianta con le radici rivolte verso il basso e non smuovere il terreno sotto le radici. Questo sistema previene che la pianta si secchi. Si può inoltre scegliere, a seconda dei gusti, di piantare questi fiori in piccoli gruppi. Si consideri in ogni caso che, se si pianta ora 1 bulbo, ce ne saranno 3-5 tra un paio d’anni, che in seguito si diffonderanno in maniera sempre più veloce.

Cura dei bucaneve

All’inizio (durante i primi anni) non c’ è bisogno di fare altro che annaffiare questi magnifici fiori. Quindi si può provare a estrarre il polline dopo la fioritura e rimettere a dimora. Assicurarsi inoltre che le piante vicine non ostruiscano i bucaneve, non solo con le radici ma anche con le foglie. Se necessario, i bucaneve si possono sempre spostare in un punto differente. In autunno questi fiori si possono mettere a dimora come bulbi dormienti. Nel periodo della fioritura il fiore deve immagazzinare energia per l’anno successivo, per cui è bene assecondare la fotosintesi fino a quando le foglie non ingialliscono e si seccano, dopo di che queste si possono eliminare. Se si decide comunque di recidere le foglie quando queste sono ancora verdi, la pianta non sarà in grado di nutrirsi l’anno successivo e produrrà così fiori più piccoli. È importante prendersi cura dei bucaneve anche durante il periodo autunnale e invernale. Annaffiarle in particolare con del fertilizzante solubile in acqua in modo che esse sviluppino sia le radici che la parte superiore. Senza fertilizzante i bucaneve potranno sopravvivere, ma le sostanze nutritive assicurano dei fiori più grandi e un ciclo di vita più duraturo.

Trapianto dei bucaneve

Quando i fiori sono appassiti, all’inizio di marzo, le piante si possono spostare. Soprattutto se queste formano dei cespi grossi è meglio dividerli e sistemare i cespi così ottenuti in un altro punto. Come fare? Infilare prima di tutto una paletta appuntita sotto il cespo, più in profondità possibile, in modo da non danneggiare i bulbi. Estrarre quindi l’intero cespo e dividerlo, sempre con la paletta, in due o più parti. Separare a questo punto i bulbi e metterli a dimora in un altro punto del terreno.

Curiosità sui bucaneve

La fioritura della maggior parte delle specie di bucaneve avviene in primavera, tuttavia ci sono diverse varietà che iniziano a fiorire in autunno. La particolarità dei bucaneve è che queste piante spesso sviluppano prima i fiori e in seguito le foglie, mentre nelle altre specie avviene in genere il contrario. Alcune parti del bucaneve sono velenose e possono provocare nausea e diarrea se ingerite. Una delle sostanze tossiche presenti in questo fiore viene utilizzata nella cura contro il morbo di Alzheimer.

La lucentezza del Galanthus woronowii

Una varietà particolare di bucaneve è il Galanthus woronowii. Questa pianta produce fiori di colore bianco candido tra un fogliame lucente di colore verde chiaro. Il colore verde acceso delle foglie assicura un contrasto appariscente con le altre varietà di bucaneve. Questa varietà di bucaneve è originaria del Mar Nero e cresce soprattutto nelle zone boscose. Le foglie sono inoltre più sensibili al gelo rispetto al Galanthus elwesi e al bucaneve comune.

Provenienza dei bucaneve

I bucaneve crescono spontaneamente nei Paesi Bassi e in Belgio. Verso sud il fiore si propaga fino alla zona dei Pirenei, mentre verso est fino alla Siberia. Nel Medio Oriente il bucaneve si può trovare soltanto nel nord della Siria. In origine queste piante crescono soprattutto nei boschi: nei Paesi Bassi in particolare nelle zone boscose nell’isola di Texel. Desiderate acquistare da noi i bulbi di bucaneve dopo aver letto tutte queste informazioni? Visitate allora il nostro negozio online e acquistateli in modo estremamente semplice.