Citronella

La Citronella è un’erba tropicale originariamente proveniente dall’India, riconoscibile dalle piccole radici spesse e dagli steli verdi, nonché da un fusto appuntito e sfilacciato. La pianta è anche conosciuta con il nome asiatico di ‘‘serai’’, è caratterizzata da un ciclo pluriennale ed è di origine tropicale e quindi non resistente al freddo. Desiderate coltivare voi stessi la citronella? Questo è possibile seminando dentro casa.

Semina e coltivazione della citronella

In generale la citronella non si semina facilmente e non è inoltre possibile una raccolta intensiva nel giro di un anno. Questo ha a che fare con il fatto che questa è una pianta tropicale. La coltivazione può avvenire sia in vaso che all’aperto, nel qual caso però la si deve tenere comunque al chiuso durante i mesi invernali. La citronella inoltre non sopravvive a temperature inferiori ai 10 gradi; è bene quindi coltivarla in una serra o su un davanzale, ad una temperatura di 20 gradi, caso in cui i semi germogliano dopo 15-20 giorni.

Il tipo di terreno più adatto alla citronella

Utilizzare del terriccio se si intende coltivare la citronella dentro casa e fare in modo che il terreno non sia troppo asciutto ma nemmeno troppo umido. Si consiglia inoltre di aggiungere regolarmente del fertilizzante all’acqua che si usa per innaffiare: la citronella è infatti una pianta che ha bisogno di molte sostanze nutritive.

Cura delle piante di citronella

Desiderate coltivare la citronella in giardino? Scegliere allora un punto soleggiato e riparato. Nelle aree dal clima caldo, se piantata all’aperto la pianta può crescere fino a un metro e mezzo. Nei Paesi Bassi invece essa può arrivare a 75 centimetri. Dal 12 maggio (santi di ghiaccio) le piante di citronella possono essere portate all’aperto. In questo caso la soluzione migliore risulta in vetro, poiché diversamente può non esserci abbastanza caldo. Se non avete una serra, potete tenerle in un vaso, dove la terra è comunque sempre più calda rispetto al terreno dell’orto. In questo modo anche la resistenza della pianta (in caso di pioggia o bufera) risulta più alta. Poiché la citronella produce molte foglie, è bene che sia presente una quantità abbondante di azoto.

Raccolta e conservazione della citronella

Nel terreno all’aperto i gambi della citronella possono essere raccolti seguendo il bollettino metereologico. Quanto più a lungo li lasciate, tanto più spessi e grandi essi diventano. È in genere preferibile raccogliere a ottobre, quando le notti non sono ancora troppo fredde. Se invece il clima lo consente, la raccolta può avvenire anche all’inizio di novembre. Non attendete troppo a lungo perché la citronella non sopporta il gelo, cosicché il lavoro svolto fino a quel momento si rivelerebbe sprecato. La pianta si può tenere anche dentro casa, in un vaso situato in un punto riscaldato vicino alla finestra, in modo da favorirne la crescita e tagliando solamente la quantità necessaria all’utilizzo immediato. Desiderate coltivare voi stessi la citronella in casa, sul balcone o in cortile? Ordinatela in modo semplice nel nostro negozio online.