Fresia: piante e informazioni dettagliate

Il genere Fresia appartiene alla famiglia delle Iridacee e prende il nome dal botanico e medico tedesco Friedrich Freese, vissuto dal 1794 al 1878. Questi era un compagno di studi dello scopritore della pianta, un certo Chr. Fr. Echlon, il quale collezionava molte piante in Colonia di Capo e trovò il fiore appunto in Sudafrica. Per un breve periodo si utilizzò anche il nome mughetto del Capo per indicare la fresia. Esistono diverse specie di questa pianta: a fiore unico, a fiore doppio e a fiori semidoppi. La fresia è conosciuta prevalentemente con i nomi laxa, alba e refracta.

La fresia come fiore popolare

Dopo che la fresia era stata introdotta in Europa, questa è diventata una delle specie di fiori recisi più popolari. Infatti la fresia è un fiore magnifico che sorprende sempre grazie a varietà e caratteristiche sempre nuove. Inoltre è uno dei pochi fiori che ancora può godere della propria fragranza naturale. Fragranza che ricorda la provenienza esotica del fiore. La fresia è una bulbosa che produce piccoli ciuffi bulbosi. Questi diventano poi i bulbi e alla fine fiori che abbelliscono l’ambiente magnificamente.

La fresia e l’amore incondizionato

La fresia simboleggia l’amore incondizionato. Il fiore simboleggia l’amore e l’innocenza. Come tradizione questi fiori vengono donati allo sposo dopo sette anni di matrimonio come promemoria dell’amore puro e autentico che due persone possono provare l’una per l’altra.

Messa a dimora dei bulbi di fresia

La messa a dimora della fresia avviene preferibilmente in un terreno arieggiato e ben drenato. State pensando ad un punto che però presenta ancora delle pozzanghere dopo 5-6 ore dall’ultimo acquazzone? In questo caso è meglio scegliere un altro punto, oppure migliorare la struttura del terreno attraverso l’aggiunta di materiale organico; in questo modo il terreno acquista qualche centimetro di spessore, il che ne favorisce il drenaggio. A tale scopo si può utilizzare dello sfagno, del terricciato oppure del fertilizzante da compostaggio. La messa a dimora dei bulbi avviene con le estremità appuntite rivolte verso l’alto. I bulbi vanno piantati a 5 centimetri di profondità e a 8 centimetri di distanza l’uno dall’altro. I bulbi di fresia ricordano delle cipolle piccole e sottili. La messa a dimora avviene preferibilmente in un punto soleggiato, in quanto questo fiore ama il sole, a marzo o maggio.

Le fresie assicurano un giardino variopinto

Questa rappresenta la scelta ottimale per ottenere un giardino variopinto e profumato: il fiore è conosciuto infatti per gli splendidi colori luminosi, i fiori doppi con i fusti particolarmente resistenti e il profumo caratteristico. La fresia si trova nei più svariati colori, sempre caratterizzati da lucentezza. Il periodo di fioritura è molto lungo e può inoltrarsi da giugno fino a ottobre. La fresia si adatta inoltre benissimo alla terrazza oppure al balcone.

Cura delle fresie

La fresia è un fiore facile da coltivare; queste piante infatti richiedono poche cure in termini di luce e terreno, anche se esse preferiscono i punti soleggiati. Dopo la messa a dimora i bulbi non hanno bisogno di acqua. Questa è invece necessaria nel momento in cui spuntano le prime foglie. È bene quindi annaffiare regolarmente in modo che il terreno circostante alle radici non si asciughi. Fare attenzione a non dare troppa acqua in quanto le fresie non amano terreni fangosi. Con l’aggiunta di sostanze nutritive si stimola un terreno molto fertile. Desiderate prolungate il periodo di fioritura? Rimuovere allora regolarmente i fiori appassiti. In questo modo le sostanze nutritive possono essere sfruttate al meglio dai fiori in crescita e dai fiori che ancora devono nascere. La fresia è un fiore molto resistente, per cui i bulbi possono rimanere nel terreno anche nel periodo invernale.

La fresia come fiore reciso

Quando sono in fiore, le fresie possono essere benissimo utilizzate come fiori da bouquet per abbellire la casa. Il taglio del fiore non danneggia infatti la pianta. In questo modo potete godere per un periodo prolungato dei profumatissimi fiori da tenere in casa.

Cura delle fresie affinché durino a lungo

Se si desidera tenere le fresie più a lungo (come fiori recisi), è bene tenere in considerazione alcuni punti nella cura di questi fiori. Pulire innanzitutto il vaso in cui si intende sistemare i fiori in maniera accurata, in caso contrario i gambi vengono soffocati dall’acqua torbida. Risultato: foglie mosce, gambi inclinati e fiori cadenti. Aggiungere inoltre la quantità giusta di sostanze nutrienti. È inoltre importante recidere due centimetri del gambo in senso obliquo con una lama tagliente. Questo favorisce tra l’altro l’assorbimento dell’acqua. Inoltre evitare di sistemare la fresia in un punto arieggiato, molto soleggiato o vicino a un vassoio da frutta, e controllare tutti i giorni che i fiori abbiano acqua sufficiente. In caso contrario provvedere a annaffiare prima possibile.

Lasciare le foglie intatte fino alla fine dell’estate

Se le vostre piante appassiscono anzitempo lasciare comunque le foglie intatte evitando quindi di reciderle. In questo modo le foglie possono continuare ad assorbire la luce solare e assicurare nutrienti e magnifici fiori per l’anno successivo. Le foglie ingialliscono soltanto alla fine dell’estate e muoiono quando la pianta entra nel periodo di dormienza. Recidere a quel punto la foglia in modo da favorire alcuni mesi di riposo per i fiori, prima che inizi un nuovo ciclo di crescita.

La fresia è una pianta velenosa?

La fresia non è considerata una pianta velenosa. L’ingestione di fiori, foglie, fusti o semi non crea quindi problemi. Tuttavia, si possono verificare disfunzioni gastrointestinali fastidiose per il soggetto. Questo vale del resto per tutti i vegetali. Si possono quindi riscontrare problemi intestinali e allo stomaco, e nel caso di bambini è comunque sempre presente il rischio di soffocamento da ingestione. Avete abbastanza informazioni sulla fresia e desiderate acquistarla da noi? Visitate allora il nostro negozio online e acquistatela in modo estremamente semplice.