Semi di lattuga romana

Avete intenzione di seminare e coltivare la lattuga romana, ad esempio nel vostro orto? Qui trovate tutte le informazioni riguardo i semi di lattuga, lattuga romana e lattuga a cappuccio. La lattuga romana, anche conosciuta come spadona, è, a differenza della lattuga a cappuccio, una specie da taglio. Questa presenta molte foglie piccole, cresce velocemente ed è facile da coltivare. C’è sempre spazio per seminare la lattuga a cappuccio. Questo tipo di lattuga germoglia, cresce, e si può raccogliere velocemente.

Semina e coltivazione dei semi di lattuga

La lattuga romana si semina normalmente all’inizio della primavera in quanto in quel periodo non si trova ancora la lattuga a cappuccio. La semina deve avvenire a file distanti tra loro almeno 10-15 centimetri. Dalla lattuga cappuccio è perfino possibile ottenere i semi. Questa varietà ha un ciclo annuale e si autoimpollina. Tenere per la coltivazione dei semi uno spazio sufficiente tra le due diverse varietà di lattuga. Il seme matura dopo tre o quattro settimane dalla fioritura. Quando si forma il pappo, tagliare il pedicello e posarlo rovesciato su un foglio o canovaccio per asciugarlo, fino a quando i semi si possono raccogliere. Questi restano germinativi per 3 anni, sempre che si tengano in un posto buio, fresco e asciutto.

Il tipo di terreno più adatto ai semi di lattuga

La Lattuga romana cresce su tutti i tipi di terreno che non siano troppo umidi o freddi. No è inoltre necessario alcun tipo di concimazione speciale. La lattuga a cappuccio richiede un tipo di terreno particolare. Per evitare buche si deve fare in modo che il terreno sia più stabile possibile. Non troppo caldo, né troppo freddo o troppo umido, ma nemmeno troppo secco. Su fondo argilloso la lattuga a cappuccio cresce più lentamente, ma con un fogliame più ricco. Sul terreno sabbioso, al contrario, le foglie risultano più piccole e meno folte, anche se la pianta si sviluppa più velocemente.

Cura delle piante di lattuga

La lattuga ha bisogno di una quantità ragionevole di sostanze nutrienti, così come tutte le altre colture a foglia. Si comincia già in inverno con il mescolare terricciato e letame al terreno. Si consiglia inoltre di trattare il terreno in primavera con del letame di vacca e una manciata di farina di sangue, facendo attenzione a non utilizzare troppa (lo stesso vale per gli altri tipi di fertilizzante contenente azoto), in quanto la quantità di nitrato nella foglia diventerebbe troppo elevata, recando danni alla salute della pianta.

Raccolta e conservazione della lattuga romana

Per la raccolta, recidere le foglie appena sopra il terreno. Le foglie in seguito ricresceranno permettendo una nuova raccolta. Consumare direttamente in quanto questo tipo di lattuga non può essere conservata. Questo vale anche per la lattuga a cappuccio. Non è possibile consumare la lattuga lo stesso giorno della raccolta? In questo caso è meglio non recidere le foglie ma estrarre la pianta insieme alle radici dal terreno, in modo da ottenere insieme alle foglie anche le radici e della terra. Mettere quindi in un secchio pieno d’acqua in modo che le radici possano assorbire il liquido e conservare in seguito la lattuga con le radici umide avvolte con della carta in un luogo fresco, per due giorni al massimo. Mettere in acqua fredda prima della consumazione per ravvivare la verdura. Desiderate seminare voi stessi le piante di lattuga nel vostro orto? Ordinatele in modo semplice nel nostro negozio online.