Semi di melanzana

Desiderate coltivare le melanzane utilizzando i semi? Non dimenticate allora che si tratta di un ortaggio subtropicale. Questo comporta naturalmente molte precauzioni nella coltivazione delle melanzane. Il gusto della melanzana è piuttosto delicato e assorbe il sapore delle erbe che aggiungete durante la preparazione, rendendo l’ortaggio adatto a moltissime pietanze.

Semina e coltivazione della melanzana

Per ottenere una buona raccolta, seminare le melanzane preferibilmente a marzo oppure durante le prime due settimane di aprile. Seminare inoltre a distanza di 1-2 centimetri l’una dall’altra in modo che esse abbiano spazio sufficiente. Coprire completamente i semi con della sabbia. Per una germogliazione ottimale la melanzana ha bisogno di molto calore, per cui è necessario coltivare sotto vetro e in un luogo soleggiato. Anche in quel caso è possibile che passino circa tre settimane prima che si intravvedano le prime piante.

Il tipo di terreno più adatto ai semi di melanzana

I semi si adattano ad ogni tipo di terreno, purché questo non sia troppo acido. La concimazione dipende un po’ dalle dimensioni della pianta. Naturalmente si possono sempre utilizzare del terricciato e del letame, preferibilmente con l’ausilio di letame di vacca. A partire dalla terza settimana di maggio le melanzane si possono trapiantare all’aperto. Questo processo può essere agevolato dall’utilizzo di plastica da stendere sul terreno circa quattro settimane prima del trapianto. Questo rende il terreno più caldo: calore che viene poi trasmesso alle piante.

Cura delle piante di melanzana

Le piante germoglieranno più velocemente quanto più calore i semi riceveranno dal terreno. Ad una temperatura di 28 gradi il seme germoglia generalmente in una settimana; a 22 gradi invece da due a tre settimane. Tenere i semenzai umidi ma non troppo. Una terreno arido è sicuramente non auspicabile, perché in quel caso le piante si afflosciano velocemente e si riprendono inoltre con difficoltà dopo un periodo di siccità. Il processo di crescita si arresta ad una temperatura al di sotto dei 18 gradi. Le melanzane non necessitano una potatura intensiva ma si possono in ogni caso eliminare i germogli e le foglie troppo grandi che ricoprono i frutti. Come sostegno per le piante si possono utilizzare dei bastoni da piantare accanto alle stesse.

Raccolta e conservazione delle melanzane

In linea di massima le melanzane si consumano non mature. Gli ortaggi maturi infatti vengono raccolti esclusivamente per i semi e si presentano in quel caso rugosi e spugnosi. In più esse cambiano colore e perdono sapore. La cosa difficile nella coltivazione consiste nel raccoglierle quando raggiungono le dimensioni giuste; infatti le melanzane si trovano in svariate forme e dimensioni. Queste devono essere sufficientemente grandi, ma mantenere il proprio colore e essere morbide al tocco. Recidere la melanzana dalla pianta utilizzando un coltello ben affilato in quanto il gambo si presenta abbastanza duro. Le vostre melanzane non si possono inoltre conservare tanto a lungo quanto quelle che acquistate al supermercato. È preferibile quindi consumarle il giorno stesso della raccolta, o al limite il giorno seguente. Si possono conservare comunque per non più di tre giorni, in un luogo fresco e ombreggiato. Desiderate seminare voi stessi le melanzane nel vostro orto? Ordinatele in modo semplice nel nostro negozio online.