timo

Con questi semi è possibile coltivare il timo nel vostro giardino oppure in casa. Il timo è una piccola pianta che produce fiori rosa chiaro o viola. Il gusto e la fragranza del timo sono deliziosi e l’erba si sposa benissimo con la cucina mediterranea.

Semina e coltivazione dei semi di timo

Il periodo della semina del timo va da maggio a luglio: questa è infatti una pianta estiva. La coltivazione avviene una settimana prima del 15 maggio, preferibilmente in un ambiente interno poiché all’esterno la germinazione è resa problematica dalla variazione della temperatura. Una volta apparsi i primi germogli, le piante possono essere portate all’aperto. Come avviene di preciso la semina? Umidificare in anticipo il terreno, quindi spargere i semi e coprire con un millimetro di terra. Si possono seminare anche diversi semi per vaso; questo deve poi essere coperto completamente con dei fogli di giornale, in modo da non far passare l’aria. La carta trattiene l’umidità per cui i semi germogliano velocemente, anche se la carta va rimossa di tanto in tanto in modo da permettere alla pianta di respirare. Si consiglia inoltre di spargere i semi in abbondanza: una parte die questi infatti generalmente non germoglia.

Il tipo di terreno più adatto ai semi di timo

I semi di timo hanno bisogno di un terreno calcareo contenente un pH più alto del normale. La coltivazione è possibile anche su normale terriccio. Fare comunque sempre in modo che il terreno non contenga fertilizzanti, in quanto questi rendono la pianta meno saporita. In natura il timo può crescere anche su terreni piuttosto poveri di materie prime. Sistemare le piantine ad almeno 15 cm di distanza le une dalle altre in modo che esse possano ricevere luce a sufficienza. Il timo è un’erba che cresce lentamente: la crescita inizia infatti dopo circa dieci settimane. Dopo che la pianta giunge a maturazione completa si può raccogliere in maniera intensiva.

Cura delle piante di timo

Il timo si può coltivare sia in ambienti chiusi che all’aperto. È una pianta pluriennale che sopravvive anche in inverno e in ambienti esterni. I rami possono forse morire a causa del gelo, ma le radici restano comunque in vita, formando l’anno successivo nuovi germogli. La pianta ama la luce del sole, per questo si consiglia di scegliere un punto molto soleggiato. Se si decide di coltivare in un ambiente chiuso ci si deve assicurare che la pianta riceva almeno quattro ore di luce solare diretta in modo che essa possa crescere in maniera ottimale.

Raccolta e conservazione del timo

Il timo è una pianta sempreverde che si può raccogliere tutto l’anno. L’aroma caratteristico è molto forte poco prima della fioritura. Avete intenzione di raccogliere una seconda volta in autunno? Badate allora a non tagliare i rami troppo in profondità; se questi infatti risultano più corti di 6 cm la pianta rischia di essere danneggiata dal gelo.

Il timo è un’erba salutare

Il timo contiene diversi principi nutritivi fondamentali; in particolare è una buona fonte di vitamina C, vitamina A, ma anche di ferro, rame e manganese. Esso è inoltre adatto alla produzione di olio come ad esempio il timolo. Desiderate coltivare voi stessi i semi di timo nel vostro orto? Ordinateli in modo semplice nel nostro negozio online.